Bellezze cortilinee

IMG-20150521-WA0011

“Non ti ricordavo così bassa”

“Ahahahah” – risata imbarazzatamente forzata, malcelato tentativo di incasso sportivo, annessa raffica di pensieri, che si affastellano come nuvole temporalesche.

Ecco appunto, non potevi tenerti il ricordo passato di me meno bassa o poco più alta?

Non riuscivi ad omettere gentilmente il tuo pensiero presente?

Ma non è che in effetti, in questi ultimi anni, magari mesi, ho perso qualche centimetro? Sarà l’effetto di qualche kg in più, lo sapevo che non posso permettermelo.

Dopo i 40 vedrai come cambia il tuo fisico…la preannunciata metamorfosi dà alla luce i suoi primi terrificanti frutti, ma non potevano essere 5 rughe in più anziché 5 centimetri di meno?

E soprattutto perché, negli ultimi tempi, insisto nell’esibire mise con stivaletti bassi che rendono la mia gambetta mozzatamente più corta?

Dai ridici su, è solo una battutta, uhhh quanto sei permalosa, insicura, costantemente bisognosa di conferme che si dispieghino come un’ola da stadio.

Va bene che sono nell’età della consapevolezza, dove posso considerarmi ormai oltre, va bene che ho fatto pace con il mio corpo, che ho imparato a piacermi così come sono, valorizzarmi, volermi bene con tutte le mie imperfezioni e i miei inestetismi …passino tutte le sopracitate false credenze, in ogni caso questa sincerità è proprio necessaria?

Questa inaspettata e non richiesta franchezza potrà far mica vacillare in un amen le faticose conquiste di donna, che in fondo può avere il suo perché?

Ritorno per un attimo la dodicenne che chiamavano affettuosamente tappa. Rivedo la dedica scritta dietro alla foto di classe della quarta ginnasio “Nella botte piccola c’è il vino buono”. Ripenso a mia mamma che dolcemente mi ripeteva che ero un po’ più piccola degli altri, perché ero andata a scuola un anno prima.

E’ sempre questione di punti di vista.

A me essere piccola di statura non è mai così dispiaciuto, guardare le cose dal basso, prendermi le coccole dall’alto, avere l’alibi di non arrivare a vedere tutto e il privilegio di stare sempre in prima fila. Dormire comoda sul divano, non chiedere mai al conducente d’auto di andare avanti con il sedile, non oscurare mai la visuale al cinema.

E comunque domani penso che metterò le mie zeppe verdi con il vestito nuovo a fiori.

L’avevo già deciso. Ma ora ne sono più convinta.

Advertisements

2 thoughts on “Bellezze cortilinee

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s