Un buon non compleanno

Papa_Lori

A distanza di un mese pubblico questo post, al quale tengo molto, affinché non rimanga un file word annegato tra le mie varie cartelle di lavoro o una semplice nota su Facebook…

27 aprile 2015

Da sempre non ricordo le date dei compleanni,  nessuno esente, genitori, parenti, marito, migliori amiche, tutti democraticamente con il tempo si sono abituati a non ricevere i miei auguri o a ricevere scuse e tentativi di recupero mal riusciti.
Da giorni però aspetto questa data, la data di un compleanno sempre ricordato e anticipato da qualcun altro.
Oggi lo aspettavo, l’ho atteso, sognato, immaginato. Ho immaginato come sarebbe stato proprio oggi che me lo sono finalmente ricordato.

Da sola, spontaneamente.
La vita è strana, inaspettata, anche un po’ crudele nella sua ineluttabilita’. Ti insegna sempre a godere delle cose, a gustarle, ti avvisa, ti sprona quando ti adagi, ti riporta sulla giusta strada quando ti perdi, eppure per ritrovarti devi proprio perderti.
Almeno questo vale per me.
Sono cocciutamente affezionata ai miei difetti, alle mie debolezze, le coccolo, le assecondo, mi prendo quasi più cura di loro che delle mie bellezze.
E così oggi in questa giornata piovosa, constato in assoluta lucidità che ho dovuto perderti per ritrovarti, per ricordami il tuo compleanno.
E oggi ti avrei proposto di fare qualcosa insieme, di riservarci uno spazio tutto nostro. Troppo facile ora, finanche un po’ banale.
Ma lo farei, per raccontarti cosa ho fatto in questi mesi, come stanno i tuoi nipotini, la mamma, per raccontarti i progressi che abbiamo fatto tutti.

Saresti contento.

Poi, sono certa, mi chiederesti del mio lavoro, se sono soddisfatta, se ho imparato nuove cose. Non mancherebbe infine una domanda di attualità, il mio tallone d’Achille. Un tuo sospiro affettuoso, seguito da un dolce e puntuale consiglio. Hai sempre avuto l’articolo giusto da consigliarmi, per rimanere aggiornata, per essere al passo. Ho ancora archiviate decine,  forse centinaia di tue mail con link improbabili ad articoli di cultura e attualità. Mail che trasudano di amorevole cura e vicinanza. Inutile dirti che mi mancano; mi mancano la tua curiosità e tenacia, le tue battute, le tue telefonate, le attese sotto il portone.

Ora leggo di più, lo voglio io, lo scelgo io. Me lo hai insegnato tu ogni giorno.

Ora ricordo il tuo compleanno e a modo nostro oggi lo abbiamo festeggiato.

 

 

Advertisements

2 thoughts on “Un buon non compleanno

    1. Uh caro Drimer, quanto sono affezionata a quel post…pubblicato quando il blog non era ancora pubblico…Da lì ho iniziato a scrivere! Mi fa molto piacere che sia stato fonte di emozioni, grazie!!!😘

      Liked by 1 person

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s