Progetto di vita

progetto di vita

Di ritorno a casa. Stanca, anche un po’ di cattivo umore. Con il pensiero di dover improvvisare, come tutte le sere, qualcosa che si avvicini seppur vagamente all’idea e sostanza di cena…

 “Ciao mami!!!”

“Ciao amore, come stai? Com’è andata a scuola?”

“Bene. Bene, domani ho la verifica di grammatica, adesso ripasso ancora un po’, non ho tanta voglia…”

“Dai su su, l’ultimo sforzo, sono le ultime settimane”

“Sì sì, lo so. Ah mami, ma come sta andando il tuo blog? Hai ancora scritto qualcosa?”

“No tesoro, oggi non ce l’ho proprio fatta. E’ un periodo tosto sul lavoro, alla sera non ho tanta ispirazione…”

“Sì ma adesso l’hai detto a qualcuno? Devi pubblicizzarlo, altrimenti che senso ha? Ce l’hai già qualche like?”  – I neo adolescenti e forse anche gli adolescenti stagionati misurano ormai tutto in stelline, mi piace, like o dislike. Forse anche per questo ho parecchie resistenze nel mostrarmi in pubblico… –

“Uhmm non sono così convinta, devo ancora capire se riesco davvero a scrivere, a mantenere questo impegno, senza stressarmi. Deve essere prima di tutto un’evasione, un divertimento”

“Ma sai sempre cosa scrivere mami? Secondo me, devi farti un piano, un programma!”

“Ma no tesoro, quando mi succede qualcosa di bello, divertente, interessante o semplicemente spunta nella mia testa un pensiero bislacco, ecco sorge impellente il desiderio di scrivere. Un blog funziona così!”

“Se non ti viene in mente niente, comunque puoi scrivere del mio progetto di vita”

“In che senso scusa?”

Piccola donna ha sempre il potere di stupirmi con uscite da donna grande.

“L’altro giorno, ho scritto il mio progetto di vita sul quaderno dei desideri, quello che mi ha regalato Sofi per il mio compleanno”

“Ah sì? Ma cosa sarebbe? Non ho ben capito, cosa hai scritto???”

“Quello che voglio fare nei prossimi anni, da adesso fino a quando avrò la tua età”

Sorpresa, un po’ ammirata, anche parecchio spaventata.

“Ma che beeeello. E come ti è venuto in mente?”. Non so se sia il caso di approfondire, ma è più forte di me, non posso farne a meno.

“Così, volevo iniziare bene il mio diario, scrivendo quello che voglio fare e diventare. Ci sta tutto in una pagina. Vuoi che te lo legga?”

Non so se voglio ascoltarlo. Un progetto di vita a 12 anni, che ci sta tutto in una pagina, annunciato come se fosse la cosa più naturale del mondo. Io di anni ne ho quasi 42 e sono piuttosto allergica alla parola progetto, decisamente inflazionata, troppo carica di responsabilità e attese, figuriamoci poi se associata alla parola vita!!!!

Advertisements

3 thoughts on “Progetto di vita

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s