Benvenuta caldazza, benvenuti copriletti!

indira-copriletto-verde__0251005_PE389602_S4

“Ciao, come stai?”

“Tutto bene, grazie, non fosse per il caldo”

“Lascia stare guarda, insostenibile, pensa che fuori dalla farmacia il termometro segnava 35 gradi all’ombra!”

“No ma poi è arrivato tutto di un botto, così all’improvviso”

“Si ma negli ultimi anni, succede sempre così; a giugno o piove ininterrottamente o parte questa calura assurda. Sono stremata”

E si potrebbe continuare ad oltranza. La conversazione da meteo impazzito è in grado di riempire il vuoto di 10 piani in ascensore, gli amici esperti meteorologi hanno già letto tutto sulle previsioni di questa estate comparata alle ultime 20, e sono certi che probabilmente sarà la terza più calda dell’ultimo secolo, ogni anno si ascolta ineluttabilmente la litania lamentosa dell’estate troppo calda, troppo umida, sopraggiunta troppo presto.

A me l’estate piace assai, l’aspetto tutto l’anno e poi me la godo appieno, fino all’ultima goccia di sudore. E il caldo non lo patisco tanto. Mi fa stare bene. Non c’è niente di più bello di un’estate che arriva esuberante, violenta, senza preannunciarsi a portarmi luce e a riscaldarmi l’anima.

Forse il caldo non lo patisco proprio per niente. Ne ho avuto conferma l’altro giorno, in una delle mie imperdibili conversazioni sul cambio stagione, e sui mancati tentativi di un cambio armadio come si deve.

“Stanotte mi sembrava di soffocare guarda, e praticamente dormivo con il lenzuolo”

“No da me non fa così caldo, devo ancora togliere i piumini…”

“I piumini? Ma stai scherzando? Ma come fai Marghe, c’è da schiattare”

“Noi li togliamo, ma ai bambini li lascio tutto l’anno. Sono quei piumini leggeri 4 stagioni”

“No, non ci credo, ma povere gioie, ma perché non glieli togli? I piumini 4 stagioni non si possono sentire, ti prego.” Sei strana forte non me l’ha espressamente detto, ma lo sguardo lo dichiarava ad alta voce!

“Ma guarda, sarà che poi con la fine della scuola gli anni scorsi i bimbi partivano e allora facevo che dire di fare oplà, di buttarsi ai piedi il piumino (che soffocava i 100 pupazzi sottostanti) e dormire scoperti. Poi in men che non si dica siamo a settembre ed già è un’altra cosa…se lo sapesse mia mamma…in effetti non so perché non li ho mai tolti, io poi che spendo per ogni genere di articolo da casa, biancheria, cuscini, copridivani…Oh comunque loro non mi hanno mai detto niente…. Ahahaha, che bestia che sono!”

Me la sono tirata, è sicuro. Giuro che avevo già in programma una spedizione all’IKEA per l’acquisto dei copriletti Indira, un classico, che mette sempre d’accordo tutti! Ma la caldazza è arrivata tutta d’un colpo e non parimenti inaspettata è arrivata forte e chiara la protesta dell’estate 2015 di piccola donna.

“Mamma, io non ho mai capito, ma perché noi, anche d’estate, dormiamo con i piumini??? Siamo gli unici!!!”

“Non lo so tesoro, non me lo sono mai chiesto, proprio unici no dai, però hai ragione saremo in pochi!”

L’estate, la adoro, perché oltre al caldo porta sempre con sé qualche novità, magari piccola.

Per ora a noi ha portato fresche lenzuola e copriletti color verde mela.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s