Manciate di pensieri della domenica sera.

10103874954_7593bc928f_z

Domani sera tornano.

Li ho sentiti felici. Ho sentito da lontano scricchiolii di crescita e piccoli sussulti dell’anima, quando il cuore si riempie di sentimenti nuovi e il corpo risponde con slancio.

Nano da giardino dice di aver preso qualche Kg, per lui la crescita si misura in unità di peso acquisito, è questione di sostanza che si vede e tocca, di quantità di cozze e gamberi mangiati!

Piccola donna mi annuncia al telefono che stasera piangerà, salutando gli amici incontrati. Piccoli pezzetti di vita che si sono delicatamente accostati alla sua. E così è stato. Per lei crescere è aver fatto questo pezzo di strada da sola, in mezzo a persone nuove, probabilmente più alte di lei, non curandosi più di sentirsi bassa. Gli sbalzi della crescita riservano anche queste sorprese.

Anche io sono cresciuta in questi giorni. Anzi forse no, mi sono fatta più piccola, ho imparato a fare un passo indietro, anche due, non era affatto scontato, lasciando gustare loro questo trancio di libertà.

Ho dato spazio alle mie voci. Anche questo non era scontato, ma necessario. Alla voglia di colazione al bar, di cene assaporate, di film da lacrime e trepidazione, di visita al Museo Egizio, di incontri serali con amici vicini e lontani. Slanci assecondati come un treno per Milano, senza pensarci troppo su, viaggio per scaldare il cuore, vedendo chi da sempre mi fa sentire a casa, ritrovo di affetti profondi.

Ora la casa è vuota. Si affastellano i pensieri della domenica sera, di quello che si è atteso e sta arrivando, di quello che è stato in questi giorni. Vissuto, sorseggiato lentamente, ora finito.

La casa è vuota. La nostalgia della domenica sera è così. Inevitabile e liquida. Prende forme inattese e volubili. Arriva in modo silenzioso, incolore, come l’acqua si infila in ogni dove e in un attimo ti ritrovi il tuo spazio e il tuo tempo allagati. Non si può cercare di mandarla via. Basta aspettare che si asciughi da sola, che diventi vapore, o energia nuova per affrontare il giorno che verrà.

Domani sarà un giorno di felicità.

Di misurazioni di crescita. Di cuori che battono nell’emozione di rincontrarsi, di abbracci che asciugano la nostalgia.

La foto è un meraviglioso scatto del mio amico Guido Montalbano.

Un tramonto della sua Sicilia che addolcisce i pensieri della domenica sera

Advertisements

23 thoughts on “Manciate di pensieri della domenica sera.

  1. Miss ma anche tu di Torino? Gli unici sulla faccia della terra a considerare scontato che gli altri sappiano di QUALE museo egizio si parli quando uno dice solo “museo egizio” sono i Torinesi…comunque conosco bene quella nostalgia liquida e quel fremito da rientro della prole…la ho provata sulla mia pelle domenica scorsa!

    Liked by 1 person

      1. Ah capito di quelle fissate coi primati…il primo museo del mondo egizio (dopo Il Cairo), il più alto tasso di verde procapite, la più lunga strada commerciale pedonale d’Europa ecc ecc 😂

        Liked by 1 person

    1. ecco, proprio così un mega frullatore, prima ti abitui a stare sempre con loro, poi devi abituarti alla distanza, poi a stare sempre con loro, ma un passo indietro, perché stanno crescendo…è un esercizio continuo 😉

      Like

    1. Ciurma arrivata, tutti a bordo, manco avessi 7 figli 😝 si mi è mancata tanto, è evidente!!! E prima ce li hai sempre addosso, e poi ti devi riappropriare di nuovo della tua pelle…esercizi di flessibilità e di amore variegato!

      Liked by 1 person

  2. Oh si si me li sono assai spupazzati e continuo!!! Poi non escludo che domani rimpiangero’ un po’ di quiete…. C’est la vie! Per me anche questo è il senso della vita di cui hai scritto!!!

    Like

    1. Grazie Dora, ho concluso in bellezza la settimana, ho staccato la spina e mi sono immersa alla ricerca di alcuni dei miei film preferiti. Mi sono divertita, un abbraccio!

      Like

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s