Malinconia

8481769920_cac0f1f960_z

Ora vai per favore.

Ho avuto troppa pazienza con te.

Conciliante e comprensiva ti ho lasciata entrare.

Ti sei conquistata insidiosa il tuo spazio.

In silenzio. Nel tormento dei miei pensieri, nella mia casa, nei viaggi della mia mente, nella mia inquietudine.

Tu sembri dolce. Mielata. Tu inganni.

Hai lasciato il tuo leggero velo, ovunque. Quasi invisibile, ti ho permesso di depositarlo in ogni dove.

Lo sento l’odore che lasci. E’ persistente. Non è quello che voglio sentire addosso.

Lasciami. Abbandona questa dimora, ti accoglierò ancora, ma non ora.

Lo assaggerò ancora il tuo sapore, udirò i tuoi sussurri, annuserò l’aria che odora del tuo passaggio.

In un altro tempo potrà piacermi l’eredità che lasci. Ma non adesso.

Salutiamoci. Io tra un po’ vado, parto, ma questa volta non possiamo partire insieme.

Ti accompagno.

E tu come sei arrivata, educata e subdola, esci.

E chiudi la porta.

8481771566_709e41b210_z

Le foto sono di Guido Montalbano.

Advertisements

41 thoughts on “Malinconia

    1. C’è l’urgenza di disfarsene, la certezza inevitabile che tornerà. Ma ora occorre liberarsene…è quello che provo da un po’…scriverlo mi aiuta a fissare questa consapevolezza e a rafforzare la volontà di cacciarla via!

      Liked by 1 person

      1. Sì lo penso proprio. La scrittura, così come la lettura. Ho ricevuto tempo fa da una mia amica un libro meraviglioso…”Curarsi con i libri. Rimedi letterari per ogni malanno”…da quel poco che ho apprezzato e letto di te, azzardo che ti piacerebbe! 😉

        Liked by 1 person

      1. La malinconia è un sintomo. Un sintomo della nostra condizione finita che aspira all’infinito; della nostra condizione contingente che aspira all’incondizionato, all’assoluto, all’eterno… èproprio così, mi sa…grazie per questa lettura! 🙂

        Liked by 1 person

    1. Verissimo cara Dora, fa parte della nostra vita e può anche essere dolce…non sempre però, se insistente si ha bisogno di un po’ di tregua….Grazie per questo tuo omaggio, bellissimo!!!

      Like

      1. Adoro quella musica, tira fuori la malinconia, te la fa vivere, per poi spingerti in alto verso un rinnovamento della forza…
        Forse la malinconia ci serve per ritrovarci più forti…

        Liked by 1 person

  1. È una musica meravigliosa come tutte le musiche di Morricone! L’ho ascoltata assaporandola!
    E cmq si credo.fortemente che la malinconia sia compagna di vita e ci consenta di ritrovare le forze e di gustare al massimo la,felicità , anche se può essere molesta…

    Like

  2. Bellissima e realistica…personalmente ritengo che la malinconia sia una prerogativa dei romantici, il loro modo di rivivere certe dolci sensazioni in assenza della realtà che le ha create. Fantastico il riferimento musicale che ne ha dato Dora…da buon malinconico (a volte) lo metterò in sottofondo allorquando mi andrà di sfogliare un album di vecchie foto… 😉

    Liked by 1 person

    1. La malinconia è una compagna di vita per me, a tratti si fa più molesta e invadente, ma in generale colora dolcemente situazioni e giornate. Sì l’omaggio musicale di Dora è bellissimo.
      Ma grazie per i tuoi commenti 🙂

      Liked by 1 person

      1. Ma prego…mi piacciono molto i tuoi post…riesci a filtrare argomenti profondi, mischiandoli sapientemente con l’amore smisurato che hai per la tua famiglia…e non è roba comune… 😉

        Liked by 1 person

      2. Escono così…quanto all’amore smisurato non so, credo sia un amore normale e molto realistico…stamattina mi hanno fatto partire un embolo che mi son fatta quasi paura da quanto mordevo 😉 in questo spazio forse esce il lato migliore!!!

        Liked by 1 person

  3. Bello!
    E rifletto, ripensando al mio passato e ai miei no decisi, talmente deciso da divenire spesso unilaterali. E i miei saluti alla stazione che si ripetevano. E le anime dell’addio spesso più presenti delle sognate.
    Pochino complesso il mio come pensiero, scusami. Ma a pensarci bene… Chi lo sa.
    Brava!

    Liked by 1 person

    1. Ci vogliono dei no decisi, almeno credo. In questo caso per me ci voleva.
      Quanto ad addii e partenze ognuno ci vede le sue…i saluti alla stazione mi hanno sempre trasmesso e lasciato uno strascico di magia.
      Anche io ho lanciato parole in libertà, pensieri disarticolati o semplicemente fluidi 😉
      Felice che ti sia piaciuto! Grazie!

      Liked by 1 person

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s