Invidie ed effetti collaterali

lanterna-dei-desideri-o-mongolfiera-dei-desideri1

Penso di essere a giugno e mi ritrovo a luglio. Penso che sia appena finita la scuola ed è già passato un mese. Di celebrazioni, pranzi, ritrovi ai giardini, pigiama party, di un campo poetico in montagna di piccola donna, di due settimane di estate ragazzi di impostazione pseudo sportiva (non potevo infliggere peggior colpo al nano biondo). Di week end che hanno il sapore di un caffè shakerato, però caldo, di prenotazioni libri delle vacanze, tentativi inconsci di non pronunciare la frase “Su, fate un po’ di compiti”, tentativi falliti di ripetermi “Lascia andare, lascia correre, molla la presa, quando sei rilassata (quando?) tutto assume un aspetto più lieve”. Di un marito di temporanea adozione modenese, che per quanto Modena sia una deliziosa cittadina, rivoglio torinese. Chiedo troppo? Forse…

Ma altri non faticano a chiedere, a misurarsi in un domandare incalzante privo di interruzioni. Vietato prendere fiato. Sfrenatamente desiderato mandare a stendere.

Con chi ci vediamo stasera? Noi tre/quattro a fasi alterne non siamo mai abbastanza?

Cosa avete organizzato? E nel we che facciamo?  Io non amo programmare, al marito piace improvvisare, difficilmente riusciamo a trovare con sincronicità e tempismo un punto di incontro, nel mio caso lasciatemi nella mia quotidiana ruota del criceto, ok? Dai per oggi…

Pensavo che potevamo andare in centro, mangiare lì, andare al cinema e poi darci appuntamento, anche con i vostri amici. Che pensieri delicati, altruisti, certo che hanno uno spirito di iniziativa che deve renderci orgogliosi.

Sei al lavoro? Ancora? Ma non dovevi uscire un’ora fa? Bramavo nel trattenermi ancora, non ho resistito, è un posto magnetico…

Uh che fame, si mangiava benissimo a Crissolo. Qui invece il massimo è la pasta con i pomodorini e ricotta…esultate, fate la ola vi prego, la esigo!!!

Andiamo in piscina? Tu non hai mai voglia di andare in piscina. Sì è vero l’idea di indossare un costume, in stato mollemente rilassato, reduce dall’inverno, bianca come una mozzarella mi ripugna…ti crea problemi?

Ci guardiamo un film, però non vi addormentate… sembrate un po’ vecchietti. Voi invece siete proprio molesti…

Corri mamma, corri, più veloce, hanno aperto i cancelli….è da un anno che sogno il concerto di Benji e Fede, dobbiamo piazzarci nelle prime file. Io è da un anno che sogno di andare a Cuba e mi ritrovo in mezzo a ragazzine urlanti e genitori tra il rassegnato e l’aggressivo.

Sei dimagrita mamma, sembri un insetto stecco. E tu hai le gambe da picchio e i piedi piatti. E a settembre metterai l’apparecchio.

Sono rimasta a giugno, nel mentre non so cosa sia successo e penso già a settembre. Non mi faccio domande, ci pensano loro. E li ho dipinti egoisti, richiedenti, impietosi, incombenti. E a tratti lo sono, forse, lo penso e lo dico. Dico e sento anche che sono divertenti, illuminanti, interessanti, amorevoli, totalizzanti. E li amo così.

Non dico forse che provo invidia, e non è quella sana, no, proprio quella bassa, vile.

Ecco li invidio tanto. Per quell’energia spavalda e prepotente che mi stende. Per quella spensieratezza che fa loro vivere, inventare, colorare fino alla fine ogni giornata. Per quei desideri espressi senza censure e remore, che germogliano e buttano fuori nuovi desideri. Effimeri forse, provvisori, fugaci, ma a moto continuo. Luci che si alzano in volo, si perdono forse, ma una cosa è certa l’aria è più effervescente, lassù, in alto.

Advertisements

40 thoughts on “Invidie ed effetti collaterali

    1. Sì da desiderio nasce desiderio, ma troppo spesso lasciamo poco spazio ai nostri…da qui la mia invidia, non proprio così vile in fondo 😉 Grazie Alexandra…post liberatorio, ne avevo bisogno! Buona serata cara

      Liked by 1 person

  1. Al “con chi ci vediamo stasera?” Sono cappottata… Mini ogni sera invita uno o più dei vicini di casa… I suoi amici son messi a dura prova con la mia cucina! 😂
    Fantastica… Sei meravigliosa, comprendo tutto quello che dici/scrivi… E anche qualche pezzetto in più 😉
    Arriverà l’autunno e arriveranno giorni facili e alla nostra velocità, perché anche se sembriamo trottoline impazzite non vuol dire che ci piace correre..

    Liked by 1 person

    1. Tati!!! Ma sono belli così, assolutamente…però la centrifuga a 700 è davvero troppo! Poi sentirsi dare della vecchietta e dell’insetto stecco è troppo…ahahahah….so bene che puoi capire, uhhhh!!! un abbraccio enorme

      Like

  2. Non sono mamma ma sono mooolto zia (insisto sul molto 😏). Adoro i miei nipoti, ormai giovani uomini, ho seguito la loro crescita e quando li guardo oggi ricordo la loro vitalità da bambini che hanno mantenuto tuttora, ovviamente condita da un misurato e sufficiente buon senso. Riempiono ed effettivamente con loro si perde la nozione del tempo, che a volte secondo me non è poi così male.
    Che dire delle futili domande? Stendiamo un velo pietoso, anche doppio. 😉
    Cuba? Non dev’essere un miraggio, dai!
    Buona serata e/o serena notte.
    Un abbraccio.
    Primula

    Liked by 1 person

    1. Primula…credo che avere a che fare con bambini e ragazzi sia un privilegio, da mamma, zia, insegnante…e la loro vitalità è impressionante, l’essere focalizzati su cosa vogliono, la spensieratezza e la fiducia incondizionate…
      Cuba… La mia metà, quel sogno che ti fa sentire euforica…Grazie per le tue parole, notte cara!

      Like

  3. Che dire carissima? Ti capisco come sempre totalmente! E penso una cosa: le vacanze estive durano troppo per questi figli, e li rendono più antipatici 😉, almeno a me accade di discuterci di più e di sentire le sue richieste come pressanti e sfinenti, sarà che loro hanno molto più tempo libero e noi vorremmo riposarci un po’ di più dopo questo lungo anno (scolastico e non). Un bacione, teniamo duro!!

    Liked by 1 person

    1. Ecco mi sento come te sotto attacco, una mitragliata di richieste incrociate….😉 poi ci rido su, ma la tenacia è messa a dura prova!!! Ti abbraccio e ti ho letta finalmente 😘😍

      Liked by 1 person

    1. A Cuba sì, che meraviglia!!! Con o senza? Devo pensarci 😉
      Uscita indenne dal concerto, ho anche cantato e abbozzato semi balletti, due passi indietro dalle ragazze, per farglielo godere appieno…e mi hanno fatto una gran tenerezza!
      Era il contesto surreale, meriterebbe un post a sé… 🙂 Ciao Andrea!!!

      Like

  4. Il che dimostra che sei un essere umano pure te 😀 E comunque non sei l’unica a provare quel tipo di invidia, pur non avendo figli 😉 Bellissimo il finale!!

    Liked by 1 person

  5. Buongiorno Marghe cara! Molto di ciò che scrivi lo comprendo bene, la stanchezza, il vivere lontani, le corse sempre e nonostante tutto. Per altre cose ti sono vicina empaticamente anche se non ho esperienza diretta. Che mix di amore, dolcezza, furbizia e impietosa sincerità possono essere i figli! un bacio grande grande

    Liked by 1 person

    1. Ciao Mela cara!!! Eccomi con le mie storie di vita… Semplici e quanto mai banali, ma la scrittura ha il potere di esorcizzarle un po’ 😀 mi sono divertita a scrivere questo post, nonostante questa stanchezza estiva….luglio col bene che gli voglio mi risulta sempre un po’ faticoso… Grazie per la tua solidale empatia, che sento sempre e mi rende felice 😘😍

      Like

    1. Umanissima e viva, li sento come grandi complimenti 🙂 non vedo l’ora prima o poi di volare verso Cuba…buon luglio anche a te donna dalle mille risorse….ti seguo nei tuoi progetti, ma non è impresa semplice 😉 un abbraccio

      Liked by 1 person

  6. Con due figli, un marito, il lavoro e il resto che non so non credo ci sia nulla di semplice! Martedì 13 settembre esce Torino su LessIsSexy e là ti aspetto, intanto ti leggo e lascio trace di me 🙂

    Liked by 1 person

  7. ahah marghe…. e ma noi non eravamo cosi? forse in modo diverso visti i tempi…… mi è piaciuto moltoleggerti tesorella! la vita… la vita hai scritto! nel loro essere loro e nel nostro essere noi! ti abbraccio!

    Liked by 1 person

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s