Il tecnologico.

12246736_10207051269832648_9065830327722520493_n

Ci sono quelli che giocano 24 h a pallone, quelli che vivono attaccati ai videogiochi, quelli che si dividono tra piscina e campetto da basket.

Ci sono quelli che esiste solo l’agonismo, che sia sport o strumento musicale o circo acrobatico. Ci sono quelli che si danno ai tornei di scacchi, al pilates, al bungee jumping, all’arrampicata su roccia o palestra.

Ci sono quelli che giocano con l’amico immaginario, che si pestano dal mattino alla sera con i fratelli, che vogliono semplicemente stare da soli.

Ci sono quelli che vogliono ancora scendere in cortile, che non sanno cos’è il cortile, che preferiscono i giardinetti.

Ci sono quelli che dipingono, scrivono, cantano

Ci sono quelli che da quattro anni, nonostante la tenera età lavorano all’Arte, società di computer e design, da poco convertita in Art Watch, nonché ex Cubico. Studiano business plan, progettano PC e orologi di nuova generazione, disegnano, fanno bozzetti, cancellano e poi ridisegnano, pensano all’immagine coordinata del loro brand. Ma la cosa più sconvolgente è che si lamentano se i colleghi non lavorano abbastanza.

“Sai mamma, ho un brutto presentimento quest’anno…”

“Uh accidenti, che cosa…” già la mia mente vagava tra catastrofiche problematiche pre adolescenziali, prodromi di disagio scolastico, complessi di apparecchio e scarpe ortopediche, difficoltà da alitosi.

“Temo che all’Arte ci siano sempre meno dipendenti…non si è ancora iscritto nessuno…” ed è già bello pensare che per lavorare sia sufficiente iscriversi…

“Ma no tesoro stai tranquillo, c’è ancora la scia delle vacanze, è la ripresa che è faticosa, vedrai, poi riparte tutto”

“Non lo so sai, però la cosa bella è che ho avuto un sacco di ordini, la nuova linea piace un sacco, il problema è che in tanti comprano, ma non c’è nessuno che lavora.

Ognuno si affaccia al mondo come meglio crede. In modo più o meno scomposto e originale. Bizzarro o nerd. Pragmatico o sognatore.

Magari con grandi sogni e ambizioni tecnologiche. O con urgenti e disperati bisogni!

 

Advertisements

31 thoughts on “Il tecnologico.

    1. 😊 dici? In effetti non avevo pensato a questa possibilità… Il problema è che gli aggeggi super optional io non so mai farli funzionare 😉 ma mi aiuterà il diabolico nano!!! Ciao Guido caro!

      Like

  1. Mio figlio da piccolo ebbe la mania di voler diventare cuoco, sulla scia del film “Ratatouille”.
    Iniziò ad invadere la casa mia e quella dei nonni con post it e foglietti ispirati alla ristorazione, e ad un certo punto insistette al punto tale che gli creai con il computer un falso (ma molto realistico) attestato da cuoco che “era necessario” per aprire il ristorante.

    Oggi, a 14 anni, sa a mala pena usare il micro onde.

    HAHAHAHA.

    Ciao Marghe

    Liked by 1 person

    1. Che forte! Il film Ratatouille è meraviglioso. In effetti cambiano, quindi chissà quali altre diavolerie tirerà fuori 😉 Però è bello che ci tengano attivi e svegli con le loro fantasticherie, un abbraccio Andrea!

      Liked by 1 person

  2. … ma come si può non adorare questa personcina così deliziosa?!? XD
    … che meraviglia… ed è vero…
    “Ognuno si affaccia al mondo come meglio crede” ed è giusto che sia così…
    un abbraccio stretto Meringhetta ❤

    Liked by 1 person

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s