Esageruma nen.

night-tomato

L’inizio dell’anno per alcuni, e tra quelli potrei esserci anch’io, così per dire, è meglio farlo passare un po’ sotto tono. La buona regola è non chiedersi troppo, desiderare piccole e semplici cose.

Perché almeno a gennaio è liberatorio lasciarsi vivere, crogiolarsi nel torpore del freddo, legittimare quell’understatement tipicamente sabaudo. Qualche buona intenzione vale comunque la pena esprimerla. Con moderazione. Qualche meno e qualche più. Che poi si fa in fretta ad arrivare a febbraio ed è tutta un’altra musica.

Vorrei un anno propositivo, meno timido e conservativo.

Vorrei un anno di allenamento,

che ritempri muscoli e temperamento,

di giorni assonnati e silenziosi

alternati a ritmi veloci e chiassosi.

Vorrei che in mezzo a tanto controllo

ci siano momenti di sano tracollo,

un pizzico di sale e di follia

che allontani sta scaramanzia.

Vorrei un anno di nuovi progetti,

di tempo, di libri, amicizie e dolcetti.

Di idee, di lavoro intenso e scattante

che faccia sentire la mente vibrante,

di molti sì e ponderati no,

di sguardi, di abbracci, di sogni che ho.

Un anno di sole, di pioggia e piumone,

di gesti accorti e parole buone.

Vorrei un anno sincero e sano

di olio extravergine e pomodoro nostrano,

di tradizioni, ricordi e rituali

di qualche sorpresa e cose normali.

Advertisements

33 thoughts on “Esageruma nen.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s