In questi giorni.

pexels-photo

In questi giorni ha celebrato la fine della scuola con gavettonata, pranzo al kebabbaro, festa al Laser Park e pigiama party annesso, pranzi e uscite varie, uno studio parsimonioso, alternato a dichiarazioni d’ansia, stemperato da qualche liberatorio “Va come deve andare, vero?” 

Dice con orgoglio “Esami non vi temo”, poi dichiara di non potercela fare, soprattutto a studiare così tanto e alla fine si arrende a uno studio fitto di un’ora al massimo inchiodata al tavolino, che non è impresa da poco per chi ha la concentrazione media di un moscerino.

Negli ultimi giorni si è prodigata in calcoli continui della media dei suoi voti, medie ponderate, mi ha pure convinta che c’era un modo alternativo di fare la media che guarda caso la portava su, uscivano voti migliori e rotondi, e continua a ripetersi come un karma che i voti non sono importanti nella vita, no, quello che conta sono le capacità. E si convince delle sue capacità, soprattutto persuasive.

Ha concluso la tesina sul sogno, si è lanciata in improbabili collegamenti tra astronomia, eclissi lunari, l’Eclisse di Vico Magistretti e sogni di uguaglianza e di integrazioni sociale, per poi scoprire che Il sogno di una mezza estate è un po’ troppo complicato, decisamente confuso e soprattutto che il titolo andrebbe rivisto perché l’estate va vissuta per intero.

Si chiede se abbia fatto la scelta giusta, se il liceo classico non sia davvero troppo, e se tra i tanti abbia azzeccato quello più adatto. Eppure la felpa d’istituto pare la più bella, i ragazzi sembrano carini e, si sa che al classico solitamente scarseggiano, e raggiungere la scuola con la metro risulta decisamente più figo.

Tra qualche ora di studio, un po’ di ciondolamento, crackers sbocconcellati, appuntamenti al parco e Instagram stories, qualche preoccupazione, ma in fondo molta meravigliosa e invidiabile leggerezza, ha anche scelto con orgoglio il suo outfit per gli orali.

Diciamo che ora è davvero pronta per affrontare gli esami di terza media. Olè!

Advertisements

14 thoughts on “In questi giorni.

  1. A cominciare dai termini (outfit) ai dettagli psicologici, e a quelli più generali e ambientali, come cambiano le epoche e tutto ciò che le esprimono.
    Ti leggo goloso di questi mondi che per un vecchiaccio come me (lo confesso-ammetto-abbiate pazienza) sono pianeti sorprendentemente rivelatori .

    Liked by 1 person

    1. Guarda Guido, se ti può consolare, anche se lo scarto generazionale è minore, anche io li guardo, li osservo e li ascolto come piccoli marziani, portatori di mondi lontani 😉 Ero in dubbio se scrivere questo leggero post, ma poi mi sono convinta per tenere traccia di questo momento, delle sensazioni, del mood che si respira a casa! 🙂

      Liked by 1 person

      1. Hai fatto bene ad annotare, anzi siccome tutto finisce e passa (intendo i supporti, PC e wordpress) forse riportare l’intera serie di post su una chiavetta USB… oltre che a te, un domani, potrebbe essere bello ritrovarli anche ai “piccoli marziani crescono” 🙂

        Liked by 1 person

      2. Sì infatti, la scrittura serve anche a questo. E ho copia dei post sul mio PC, dovrò provvedere presto anche a una chiavetta 🙂 è già bello talvolta leggere qualche aneddoto dei marziani di 2 anni fa…oh come sono nostalgica!

        Liked by 1 person

  2. Sai che ho rimosso completamente la preparazione all’esame, sia di terza media che la maturità… rimosse completamente. Maledizione!

    Like

    1. sai che io la maturità me la sogno ancora? E l’altro giorno ero talmente tesa per Sofi che ho sognato io l’esame di terza media? Sono un caso clinico, ma mi sa tu pure, se hai completamente rimosso 😉

      Like

      1. Dell’esame di terza qualcosa lo ricordo ma nulla dei giorni prima e così anche per la maturità: ricordo un po’ l’esame ma niente dei giorni prima… mah… chissà…

        Liked by 1 person

  3. Il primo esame “serio”….così imparano a gestire il tempo e ad affrontare tutti i successivi che ci saranno, anche se il panico pre-esame ci sarà sempre comunque 😉

    ________________________________

    Liked by 1 person

    1. E’ vero Silvia, è proprio così!!! E’ il primo momento in cui si mettono alla prova ad è anche bello vedere come viene affrontato e le strategie che questi ragazzi mettono in atto!

      Like

  4. ^_^ i miei ragazzi li avranno l’anno prossimo, chissà come sarà…
    Comunque credo che il segreto sia, come dici tu:
    “…molta meravigliosa e invidiabile leggerezza”
    e tutto sarà meraviglioso ❤

    Liked by 1 person

    1. Ciao Sara, che bello ritrovarti 🙂 il segreto lo possiedono già, trovo che le nuove generazioni (senza voler troppo generalizzare) sia naturalmente leggere, è una loro virtù e io li invidio molto, avendo invece vissuto esami e scuola con una certa apprensione 🙂 un abbraccio e buon inizio d’estate!

      Liked by 1 person

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s