Di preparativi e partenze. Il giorno prima.

Cosa mi auguro, cosa vi auguro. Di stare nelle cose e viverle da dentro. Di lasciarsi vivere e di lasciar vivere. Di godersi quello che arriva e come arriva. Di rallentare i pensieri e coccolarne uno per volta. Di cercare cose semplici, ma solo quello che ci piace. Di riempire gli occhi e alzare gli sguardi. Di sentire il sale addosso che a me manca da due estati. Di gioire. Di silenzi e di presenze. Buone vacanze, cari amici di penna! Advertisements Continue reading Di preparativi e partenze. Il giorno prima.

Malinconia

Ora vai per favore. Ho avuto troppa pazienza con te. Conciliante e comprensiva ti ho lasciata entrare. Ti sei conquistata insidiosa il tuo spazio. In silenzio. Nel tormento dei miei pensieri, nella mia casa, nei viaggi della mia mente, nella mia inquietudine. Tu sembri dolce. Mielata. Tu inganni. Hai lasciato il tuo leggero velo, ovunque. Quasi invisibile, ti ho permesso di depositarlo in ogni dove. Lo sento l’odore che lasci. E’ persistente. Non è quello che voglio sentire addosso. Lasciami. Abbandona questa dimora, ti accoglierò ancora, ma non ora. Lo assaggerò ancora il tuo sapore, udirò i tuoi sussurri, annuserò … Continue reading Malinconia

Anche noi tutto bene, ci divertiamo un mondo!

“Ciao amore, che bello sentire la tua voce, come stai?” “Benissimo mamma, ho un sacco di cose da raccontarti, però possiamo sentirci più tardi, perché adesso mi stanno chiamando, stiamo andando a cena e voglio che mi tengano il posto” “Si ma dimmi almeno qualcosa, una cosa bella che avete fatto in questi giorni…” “Allora ieri sera abbiamo fatto un gioco troppo divertente in cui dovevamo scambiarci i vestiti io e Socchy, te lo ricordi no? E quindi che ridere lui doveva infilarsi la mia felpa, io ho messo le sue scarpe numero 40, mami devo proprio andare mi chiamano…ah … Continue reading Anche noi tutto bene, ci divertiamo un mondo!

Ripartire con il piede giusto.

Non posso non pensare a come ero un anno fa. A come eravamo tutti. C’eravamo ancora tutti. Ognuno con il suo bagaglio di faccende e pensieri, più o meno grandi, preventivati e non, infagottati in una vita che scorreva liscia, frenetica, incalzante ed impegnativa, ma tutto sommato che pareva al riparo da grossi scossoni. E mi sembrava spesso di non farcela, che la richiesta fosse eccessiva, ma mi sbagliavo. A distanza di un anno mi guardo indietro. Tanta è la stanchezza, la paura di non farcela sempre in agguato. Ogni giorno un faccia faccia per abituarsi al cambiamento, per convivere … Continue reading Ripartire con il piede giusto.

L’alfabeto dei film

Questo tag è un invito a segnalare i film che ci hanno toccato dentro, che ci hanno fatto ridere, divertire, pensare. E’ bello leggere i gusti degli amici blogger e condividere i propri: ne esce uno scambio arricchente! Ringrazio LA POLLY che lo ha inventato e ringrazio Dora che mi ha nominata. Il suo blog ALMENO TU “sa di casa”, di un posto caldo e familiare, e i suoi racconti mi hanno da subito appassionato. Le regole sono: -citare l’ideatrice del tag e il blog che vi ha taggato -pubblicare l’immagine del TAG -elencare in ordine alfabetico i film che vi piacciono … Continue reading L’alfabeto dei film

Nuvole di leggerezza

“Come vorresti rinascere? “Leggera, possibilmente leggera, tutto il resto è ininfluente. Non ha rilevanza.” “Ma cosa intendi? Fammi capire…” “Eh ti pare facile, è una mezza vita che cerco di capirlo o meglio di esserlo… Vivere il tutto con freschezza, morbidezza, delicatezza. Hai presente l’amabile vaporosità mista a dolcezza della meringhetta? Ecco così. Squisitamente leggera.” Continue reading Nuvole di leggerezza

Manciate di pensieri della domenica sera.

Domani sera tornano. Li ho sentiti felici. Ho sentito da lontano scricchiolii di crescita e piccoli sussulti dell’anima, quando il cuore si riempie di sentimenti nuovi e il corpo risponde con slancio. Nano da giardino dice di aver preso qualche Kg, per lui la crescita si misura in unità di peso acquisito, è questione di sostanza che si vede e tocca, di quantità di cozze e gamberi mangiati! Piccola donna mi annuncia al telefono che stasera piangerà, salutando gli amici incontrati. Piccoli pezzetti di vita che si sono delicatamente accostati alla sua. E così è stato. Per lei crescere è aver fatto … Continue reading Manciate di pensieri della domenica sera.

Ma voi come fate???

Adesso voi me lo dovete dire. Dovete confessare. Mi dovete dire come fate a prenotare le vacanze a gennaio, a programmare con sistematico e svizzero anticipo, a sapere se volete il Safari in Sud Africa, o il giro dei parchi negli States o semplicemente un soggiorno nelle masserie della Puglia, se volete sballarvi tra sole e mojito di Formentera oppure perdervi tra i ghiacci dell’Islanda. Come riuscite a fare un accurato confronto tra qualità della location, prezzi, periodo, esigenze, le più disparate? Un incrocio magico che a me sa di effetto da rito wudu, di rara e riuscita congiuntura astrale; … Continue reading Ma voi come fate???

Se siamo felici, facciamoci caso.

Dicono che siano le cose piccole a renderci felici. Lo dicono da tempo e in tanti. Tante piccole fette di felicità ci regalano il sapore di una felicità piena. Fresca, appagante, tonda. Io non so se siano solo le piccole cose. Di certo mi sono accorta che ora ci faccio più caso. E di motivi, e di momenti, ce ne sono a manciate. Il profumo Mure et Musc de l’Artisan Parfumeur. Lo indosso da quando avevo 18 anni e mai mi stancherò di quella fragranza che ha il sapore di gioventù. Se esco al mattino, generosamente profumata, come minimo mi … Continue reading Se siamo felici, facciamoci caso.